Dantini e la critica d’arte nel 900 italiano

Vi propongo il video del mio intervento alla presentazione del volume di Michele Dantini tenutosi a Palazzo Penna a Perugia mercoledì 25 maggio.

Il volume di Dantini reca come titolo «Storia dell’Arte e storia civile. Il Novecento in Italia» (Il Mulino 2022). Insieme con me erano, oltre all’autore, Simone Casini, Cristina Galassi, Sabrina Stroppa, colleghi dell’Università di Perugia.

Nel suo studio Dantini intreccia storia dell’arte a letteratura e pensiero politico e religioso, prova a tenere insieme le due metà del secolo – pur divise tra loro da laceranti cesure istituzionali e culturali – e suggerisce una nuova cornice agli studi sul Novecento in Italia. Si tratta di un’«archeologia del presente» dedicata al Novecento italiano in tutta la sua inquietudine e complessità. Un libro che attraverso il prisma di contrapposizioni insieme artistiche, politiche e religiose, indaga il problema della difficile sopravvivenza della cultura italiana dopo la prima e la Seconda Guerra mondiale; e i rapporti tra «nazione politica» e «nazione culturale», laicismo e Chiesa.

Sfilano qui artisti, scrittori, critici di orientamento ideologico diverso, da Berenson a de Chirico, da Gobetti a Persico, da Carlo Levi a Pasolini a de Martino, da Burri, infine, a Fontana e Carla Lonzi, accomunati però da un’esperienza ambivalente della storia e dall’interesse per l’eredità cristiana. La ricerca si muove così su territori inesplorati: non l’arte sacra di tradizione, ma il primo e secondo Novecento, nel cuore di quel laboratorio artistico, politico e sociale che chiamiamo «modernità».

Michele Dantini insegna Storia dell’arte contemporanea all’Università per Stranieri di Perugia ed è visiting professor alla Scuola Alti Studi di Lucca. Responsabile di progetti di ricerca nazionali e internazionali dedicati ai temi dell’arte italiana postbellica, è oggi nel comitato scientifico di Ogr Torino. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Geopolitiche dell’arte. Arte e critica d’arte italiana nel contesto internazionale (Christian Marinotti, 2012); Macchina e stella. Tre studi su arte, storia dell’arte e clandestinità: Duchamp, Johns, Boetti (Johan & Levi, 2014); Arte italiana postbellica (con L. Conte, Ets, 2016). Per la Donzelli editore ha pubblicato Arte e sfera pubblica. Il ruolo critico delle discipline umanistiche (2016) e Arte e politica in Italia. Tra fascismo e Repubblica (2018). I suoi libri sono tradotti negli Stati Uniti, in Francia, Spagna, Polonia e altri paesi.

La scheda del volume

Storia dell’arte e storia civile. Il Novecento in Italia
Autore: Michele Dantini
Editore: Il Mulino
Collana: Saggi
Anno edizione: 2022
Pagine: 312 p., Brossura
EAN: 9788815295897

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.